Sapientino Regioni e Capoluoghi, classe 5a

In questo Bimestre in Tecnologia in classe 5a ci siamo dedicati ad un’attività interdisciplinare…la costruzione di un SAPIENTINO!

Si comincia col colorare una cartina politica dell’italia in modo che le varie regioni siano ben visibili….alla fine la ritagliamo lasciando meno bianco possibile e la incolliamo al centro di un cartone rigido che abbiamo ricoperto di carta quadrettata…

   

Scriviamo ora il titolo ITALIA in alto seguendo i quadretti, lo coloriamo ed eventualmente mettiamo anche qualche bandiera 🙂

Scriviamo a lato dell’immagine da una parte il nome delle 20 regioni e dall’altra il nome dei 20 relativi capoluoghi di regione…

    

Passaggio successivo ricopririamo il tutto con carta adesiva trasparente, per proteggere il nostro Sapientino e farlo durare molto di più…

Ed ora la parte che ci ha divertito di più…andiamo a praticare tanti fori, in corrispondenza di ogni regione, di ogni scritta di capoluogo o regione, in tutto 60 fori…per farlo usiamo in autonomia un AVVITATORE con punta sottile…ci siamo divertiti tantissimo! 😀

Inseriamo ora un fermacampione in ogni foro praticato…

La parte complessa arriva ora….usando dei fili elettrici, che abbiamo spelato alle estremità, colleghiamo il retro del fermacampione inserito nel foro della scritta della regione con il fermacampione dell’immagine della regione stessa e da lì con un altro filo alla scritta con il capoluogo di regione…. Insomma…non un lavoro semplice ma di precisione e attenzione….

Ora costruiamo i puntatori del sapientino con due pezzetti di filo spelati, due puntalini, il porta lampadina con la lampadina e il porta batteria comprati in un negozio di materiale elettrico e…colleghiamo il tutto…inseriamo poi una batteria da 9 volt nel porta batteria…

E ora dopo aver fissato con una puntina di colla a caldo sul Sapientino il blocco della lampadina proviamo a vedere se funziona tutto…se abbiamo fatto i collegamenti esatti…

Se tutto è corretto puntando ad esempio su Lombardia che è la nostra regione e la scritta Lombardia la lampadina si accende…ma anche se collego la Lombardia a Milano o Milano alla scritta Lombardia….
Il circuito si chiude e la batteria fornisce l’energia alla lampadina! Che spettacolo!

Ci è proprio piaciuto questo lavoro! 😉

 

 

 

Share

Espressioni classe 5a

Eccolo arrivato! Il giorno fatidico dell’introduzione delle Espressioni!

E’ un po’ che ne parliamo e che le incontriamo…soprattutto nei problemi per riassumere in una sola catena di operazioni quelle usate nella risoluzione, oppure in alcune schede o esercizi…

Cosa è una espressione aritmetica? E’ una catena di numeri collegati tra loro da segni di operazione e a volte contenuti un parentesi…

Detta così sarebbe un gioco da ragazzi…sembrerebbe che si risolvono le operazioni e bonc…!
E invece no! … anche qui bisogna conoscerle e cercare di capire come trattarle…

La regola dice che prima si risolvono le operazioni nelle parentesi, poi si risolvono gli esponenti, successivamente moltiplicazioni e divisioni secondo come si incontrano da sinistra a destra e in ultimo addizioni e sottrazioni secondo come si incontrano sempre procedendo da sinistra a destra….

In America hanno inventato un sistema per ricordarsi l’ordine delle operazioni da eseguire nelle Espressioni…una FILASTROCCA composta da un ACROSTICO, cioè con le parole che iniziano con le iniziali delle fasi i esecuzione che sono…

 

P per Parentesi
E per Esponenti
M D per Moltiplicazioni e divisioni
A S per addizioni e sottrazioni

.

A me è sembrata proprio geniale come idea e anche ai ragazzi…e allora…visto che le iniziali sono le stesse anche in Italiano…proviamo anche noi a inventare un ACROSTICO, sempliceorecchiabile…che ci possa aiutare a memorizzare le fasi…CI SIAMO SCATENATI….e anche molto divertiti…eccone alcuni…  😀

  
 

Avremmo continuato per ore ma…dobbiamo scegliere…
Per la verità nonostante fossero molto simpatici tutti non ne abbiamo individuato uno che ci sembrasse adatto e che ci potesse rimanere facilmente in testa per cui…insieme ne abbiamo creato uno… e abbiamo scelto…

      P –> papà
   E –> era
         M –> molto
                   D –> disordinato
A –> a
         S –> scuola

…. anche se qualcuno ha avuto da dire che no il suo non era disordinato e anzi ci tiene…oppure che probabilmente era proprio così ecc…. appurato che non si trattasse di nessuno dei nostri papà abbiamo ADOTTATO questo ACRONIMO!!!

Abbiamo poi incollato lo schema che avevo preparato per inserire tutte le informazioni sull’ordine delle operazioni e sui significati delle lettere oltre che il nostro ACROSTICO, lo abbiamo completato,ritagliato e colorato…..

E quindi abbiamo provato a risolvere alcune semplici espressioni partendo da quelle SENZA parentesi in cui dobbiamo individuare quali operazioni risolvere per prime…facciamo tutti i passaggi sottolineando di volta in volta l’operazione sempre pensando a PEMDAS

Abbiamo poi ripreso l’attività dopo la pausa per il Carnevale e siccome non lo abbiamo festeggiato a scuola…lo abbiamo festeggiato con le ESPRESSIONI!

Risolviamo le espressioni nelle bandierine e componiamo una pagina di Carnevale delle espressioni…decorando anche a tema la pagina…

E per finire la nostra festa coloriamo la scheda carnevalesca seguendo le indicazioni date dai risultati delle espressioni….BUON CARNEVALE!!!!

Ecco le schede utilizzate da me create sperando vi siano utili!

 

Share

Carnevale in Pixel Art, classe 4a

Buon Carnevale a tutti!!!

Anche noi ci siamo lasciati contagiare dalla Pixel-mania e non abbiamo resistito!!!!!

Abbiamo già introdotto la pixel art e parlato di pixel anche negli anni scorsi e oggi vista l’attività ci siamo entusiasmati subito!!!!

Da settimane impazzano in Internet e nei social le bellissime maschere Italiane realizzate in pixel art dal ragazzi delle scuole italiane e “regalate” a noi insegnanti dal gentilissimo MAESTRO ALBERTO e….anche noi come ultima attività di sabato prima della vacanzina di Carnevale… Continua a leggere

Share

Equiestensione e isoperimetria col Geopiano, classe 5a

Abbiamo già introdotto ISOPERIMETRIA ed EQUIESTENSIONE anche attraverso il Tangram, oggi vogliamo indagare meglio queste due caratteristiche dei poligoni e per farlo ci serviamo dei nostri geopiani e di un’idea fantastica condivisa in rete dalla collega Anna Giordano in un gruppo tematico in facebook…

Cominciamo col ripassare i due termini e chiederci come devono essere i poligoni per rispettare le caratteristiche di isoperimetria e equiestensione….si accende la discussione…si propongono idee e quando tutti sono d’accordo sul fatto che non è detto che due poligoni diversi alla vista non abbiano caratteristiche in comune.…possono avere la stessa misura del poligono o occupare la stessa superficie…possono avere solo una delle due caratteristiche ma anche tutte e due…si comincia!!!

Lo facciamo con un semplice poligono…un rettangolo lungo 3 segmenti e largo due e….cerchiamo di realizzare sul nostro geopiano alcuni poligoni ISOPERIMETRICI, con la sessa misura della poligonale….non fidiamoci della nostra vista…misuriamo…contiamo!

Usiamo gli elasticini, quelli colorati che servono per formare i braccialetti…ci piacciono moltisssssimo!!! <3 <3 <3

UHUUUU…quanti ne abbiamo trovati!!!  🙂

Ok…siamo stati bravi ma ora complichiamoci un po’ la vita…proviamo a cercare di rappresentare alcuni poligoni EQUIESTESI a quello di partenza…contiamo lo spazio occupato, la superficie usando come unità di misura il quadretto…”piastrelliamo” la figura con quadretti e triangoli che valgono 1/2 quadretto per calcolare lo spazio occupato….e proviamoci!!!

Bravissimi!!!!!!

Partendo ora da un poligono diverso…un po’ più “strano” (scelto tra quelli proposti dalla maestra), lo rappresentiamo sul geopiano e proviamo a trovarne altri….equiestesi, isoperimetrici e con tutte e due le caratteristiche…

Abbiamo trovato anche poligoni SIA equiestesi CHE Isoperimetrici!!!! Fantastico!!!!

Per finire registriamo i risultati riportando il disegno dei poligoni sul geopiano e le loro caratteristiche di sioperimetria ed equiestensione  sul quaderno…

E’ stato un lavoro davvero divertente, creativo e molto coinvolgente…il tempo è volato e le nostre conoscenze si sono consolidate!!!

Grazie a tutti gli amici della rete che mi danno moltissime utili e….educative che io subito faccio mie e….ci provo con i miei ragazzi!!! :*

 

 

 

Share

Carnevale…alcune risorse

Sta arrivando il Carnevale…siamo pronti???

Il carnevale è una festa che si celebra nei Paesi di tradizione cattolica. I festeggiamenti si svolgono spesso in pubbliche parate in cui dominano elementi giocosi e fantasiosi; in particolare, l’elemento distintivo e caratterizzante del carnevale è l’uso del mascheramento.

La parola carnevale deriva dal latino “carnem levare” (“eliminare la carne”), poiché indicava il banchetto che si teneva l’ultimo giorno di Carnevale (Martedì grasso), subito prima del periodo di astinenza e digiuno della Quaresima.

I festeggiamenti maggiori avvengono il Giovedì grasso e il Martedì grasso, ossia l’ultimo giovedì e l’ultimo martedì prima dell’inizio della Quaresima. In particolare il Martedì grasso è il giorno di chiusura dei festeggiamenti carnevaleschi, dato che la Quaresima inizia con il Mercoledì delle ceneri. (da Wikipedia)

Ecco alcune risorse utili dalla rete… Continua a leggere

Share

Bassorilievi babilonesi…classe 4a

Eccoci ai Babilonesi, altra civiltà molto affascinante che ci ha lasciato testimonianze grandiose della sua arte…

Al regno babilonese risale  la costruzione delle splendide mura di Babilonia, spesse da 6 a 24 metri che, insieme ai “giardini pensili” della regina Semiramide, erano ritenute dagli antichi una delle sette meraviglie del mondo.

Continua a leggere

Share

Equiestensione e isoperimetria….classe 5a

Oggi lavoriamo con i poligoni….

Osserviamo le due figure  e riflettiamo cosa possiamo dire? Confrontiamo e diciamo ciò in cui sono “uguali” (…anche se il termine uguali non sarebbe da usare…. 😉 e ciò in cui differiscono…

 

SONO “UGUALI” PER…

  • sono poligoni
  • sono formati dagli stessi poligoni all’interno
  • hanno la stessa superficie (…da verificare 😉

 

 

SONO DIVERSI PER:

  • hanno diversa forma
  • hanno diversa posizione dei poligoni all’interno
  • hanno diverso numero dei lati
  • hanno diversi lati e angoli
  • hanno diverso numero di vertici
  • hanno diversa misura della poligonale (da verificare 😉

 

Continua a leggere

Share

Christmas Crackers, classe 5a

Si dice che in Gran Bretagna non sia Natale senza Christmas Crackers!

Già da anni ne sentiamo parlare in occasione del Natale di questa sorta di tubo di cartone con sorpresa, abbiamo anche cercato di costruirlo ma quest’anno finalmente abbiamo potuto vederlo provarlo e divertirci con un originale Christmas Cracker a testa…arrivati direttamente da Londra!!! 😉

Prima abbiamo fatto un piccolo ripasso con una scheda, assemblata dalla maestra con un breve testo sui crackers e sulla tradizione del pranzo di Natale e una breve comprensione…

Ecco il file della scheda di reading e comprehension sui Christmas Crackers:

…e poi siamo passati alla tradizione: I pull my Christmas Cracker!!! Continua a leggere

Share

Paesaggi invernali in bianco e nero, classe 2a

E’ arrivato l’inverno e per rappresentarlo, guardando fuori dalla finestra, ci siamo accorti che dovremo usare colori come il grigio, nelle varie tonalità, il bianco e il nero…sembra che quasi tutto sia di questi colori…almeno per noi che abitiamo in montagna e vediamo tanta neve sulle cime….

Cominciamo dunque con un foglio di cartoncino nero su cui tracciamo alcune semplici linee del paesaggio con il pastello bianco…

Continua a leggere

Share