I Mosaici di Santa Giulia

Anche quest’anno con la classe 5a in gita scolastica siamo andati a vedere le meravigliose Domus di Brescia e a conoscere la Brescia Romana.
Nel pomeriggio abbiamo fatto una passeggiata a Sirmione fino a raggiungere le Grotte di Catullo sulla punta della penisola.

E’ una gita interessante per la classe che studia i Romani e per noi che siamo in provincia di Bergamo è anche abbastanza vicina.

Lì abbiamo potuto osservare templi, strade e domus ma soprattutto i meravigliosi pavimenti delle domus con i loro mosaici e…lì ci è venuta un’idea…realizzare anche noi  alcuni mosaici ispirandosi a quelli delle domus dell’Ortaglia…

Dopo aver scattato qualche fotografia ai meravigliosi pavimenti esposti nel complesso di Santa Giulia ho replicato la base dei disegni creando 15 quadretti ognuno differente per i miei 15 alunni…

Li ho fotocopiati ingranditi su cartoncino A3 e fatti scegliere ad ognuno…

Abbiamo poi guardato la stampa dell’originale e ragionato sui colori…abbiamo infine deciso di usare il nero, il bianco, il grigio e il marrone per le nostre tessere del mosaico…


Abbiamo quindi cominciato tagliando alcune tessere per ogni colore e riponendole in alcuni bicchierini…

Ora è arrivato il momento di cominciare ciascuno il suo mosaico…forbici, colla e…tanta tanta pazienza e precisione….

 

Pian piano i nostri mosaici si sono via via conclusi…

Li abbiamo quindi appesi a far bella mostra di sè…come se fossero le piastrelle meravigliose di un pavimento romano….

Questo lavoro è stato interessante e ci ha dato molte soddisfazioni!

Ecco il file con le basi dei mosaici replicati su modello di Santa Giulia…sono stati fatti a mano e scansionati..mi spiace la qualità non è eccellente… 🙁

 

 

 

 

Share

Calcoliamo le Aree con le bandiere

In classe quinta abbiamo affrontato le superfici e scoperto che si calcolano usando una nuova unità di misura…non lineare ma quadrata, a due dimensioni.

Piano piano abbiamo anche scoperto costruendo, ritagliando e incollando come trovare le aree dei diversi poligoni, i quadrilateri e i triangoli. E ora viene il momento di alcune esercitazioni….

I soliti problemi proposti dai libri di testo e dai vari libretti operativi mi sembravano un po’ noiosi…anche perchè poco stimolanti e nella maggior parte dei casi lontani dalla realtà dei bambini per cui mi sono messa alla ricerca di idee in internet finché non mi sono imbattuta in questi materiali… che ho scaricato da qui….

https://www.tes.com/resources/search/?q=areas%20of%20flags

WOW!!! Calcolare aree partendo dalle bandiere del mondo che tra l’altro sono sempre state la passione di miei alunni che spesso all’intervallo giocano guardando il planisfero e imparando i nomi e i colori delle varie bandiere e degli stati….

Ho quindi scaricato i materiali (scaricabili liberamente dal sito linkato)  e li ho adattati alle nostre esigenze…tante cose le ho scartate, altre le ho aggiustate, altre ancora le ho solo tradotte e stamattina ho presentato il lavoro ai ragazzi…

Ho stampato il file che ho preparato e ho plastificato le pagine, ritagliate ne ho fatto delle cards, in modo che si possano usare e riusare…le ho distribuite sul tavolone e detto loro di scegliere….

I ragazzi   suddivisi in gruppetti di 3 o 4 hanno cominciato a guardare e ragionare su questi nuovi quesiti…tante testoline funzionano meglio che una sola!
Ci si aiuta e noi spessissimo lavoriamo a gruppetti….

Il lavoro è piaciuto molto, il tempo e volato e sono state trovate quasi tutte le soluzioni e poi mi è stato chiesto di poterne trovare altre a casa! Direi che ha funzionato…. 🙂

 

Ogni gruppo sceglieva una cards, leggeva e ragionava e poi sul quaderno si poteva procedere nel modo preferito…disegnare la bandiera  farne solo uno schizzo, scrivere ciò che sappiamo o fare direttamente le operazioni ma alla fine arrivare a una risposta da confrontare poi con le soluzioni gelosamente conservate dalla maestra!!! 😉

                            

Bel lavoro, divertimento e soddisfazione!!!

Ecco il file delle bandiere rielaborato e tradotto e il file delle soluzioni…se servono! 😉

 

Share

Earth Day lapbook

In occasione dell’Earth Day abbiamo costruito un semplicissimo English lapbook  per raccogliere alcuni termini e alcune promesse alla nostra amata Terra.

Non è vero che siamo piccoli e possiamo fare poco…possiamo riciclare, riusare e ridurre i consumi…se partiamo da noi…

Continua a leggere

Share

Cubi Cubi Cubi, classe 5a

Nelle scorse settimane in quinta per un lavoro di tecnologia e arte, che unisce coding e manualità abbiamo costruito tanti cubetti di cartoncino per realizzare un’immagine “pixellata” in 3D.

Da questa attività è partita una bella riflessione sui modi in cui un cubo può essere “esploso” e quindi come posso disegnare un cubo che poi montato si potrà chiudere?

Sono partite le ipotesi e i disegni improvvisati per cui ci siamo detti…mettiamo alcune regole per tale ricerca…cominciamo a disegnare e poi ritagliare e provare a montare il cubo…se funziona lo proponiamo alla classe e lo riportiamo alla LIM in modo che tutti lo vedano, se vogliono lo riproducono per verificare che effettivamente si chiuda.

La parte più difficile è stata osservare e scoprire lo stesso cubo ruotato o ribaltato ma…abbiamo davvero fatto un buon lavoro e trovato tantissime soluzioni…chissà se saranno tutte quelle possibili? Questa sarà una riflessione da fare in un altro momento…magari a casa… magari durante l’estate! 😉 Continua a leggere

Share

Pixel art in 3D

Il coding e la pixel-art ci piace tanto…già da un paio d’anni abbiamo parlato di pixel, di immagini al computer, di pixel con le perline stirabili

Oggi ci cimentiamo nella pixel art in 3D realizzando un disegno “pixellato” con i cubetti di cartoncino….

Un cubetto ogni pixel…costruito con pazienza e precisione…disegnando, ritagliando e incollando…

Continua a leggere

Share

Fiori primaverili classe 4a

E’ arrivata finalmente la primavera e con i ragazzi di quarta abbiamo provato un’attività vista in rete….fiori con i gessetti colorati!

Ecco dove abbiamo “rubato l’idea” dal sito Deep Space Sparkle

Abbiamo prima guardato il video proposto dal sito e dopo esserci procurati il materiale necessario, cartoncino nero, gessetti colorati e pastello a cera nero…abbiamo cominciato a disegnare alcuni fiori…

Abbiamo poi colorato con i gessetti colorati cercando di sfumare un po’… anche usando le dita…

     Continua a leggere

Share

Le misure di superficie classe 5a

Abbiamo già più volte “manipolato” vari poligoni per indagarne la equiestensione e l’isoperimetria…sia col tangram che con il geopiano ma anche disegnando e confrontando vari poligoni sul quaderno…

Abbiamo ripassato il concetto di superficie e tutto ciò che possiamo dire al riguardo…

Oggi la domanda è….abbiamo notato e dimostrato che le figure sono equiestese ma…come fare a misurare l’estensione, cioè lo spazio che occupa un poligono nel piano? Cosa usare? Possiamo affidarci ai campioni che fino ad ora abbiamo conosciuto? Metro…litro…chilogrammo…euro…grado…secondo…

Si cominciano timidamente a esporre le ipotesi e…si giunge alla conclusione che serve il metro…Sì usiamo IL METRO…si decide!

Bene…mettiamoci alla prova! La maestra appronta sul pavimento un poligono con il nastro di carta e mette a disposizione alcuni metri…la richiesta è scoprire quanto spazio occupa questo poligono…

Continua a leggere

Share

Pi Day 2018

E anche quest’anno è arrivata la fatidica data….3.14 , 14 marzo…
Il PI DAY, la FESTA DELLA MATEMATICA!!!!

Già lo scorso anno con la mia classe  quarta avevamo festeggiato e avevo preparato alcune attività nelle quali si sono cimentati a turno divertendosi un sacco a fare una matematica diversa….

Quest’anno abbiamo fatto le cose in grande…tutte le scuole primarie dell’istituto in cui lavoro sono state coinvolte e in diversi modi hanno proposto attività alle classi per festeggiare il PI DAY, abbiam preparato bandierine, gadget e addobbato atrio e classi….

Nella nostra scuola primaria i bambini sono stati accolti da noi insegnanti che ci eravamo “travestite da 5 matematici famosi” che si sono via via presentati e presentato anche il laboratorio e le attività che i bambini avrebbero potuto fare in quella giornata.

Pitagora….Archimede….Euclide…Fibonacci e Galileo hanno presentato la loro vita, i loro studi e le loro scoperte-…

Continua a leggere

Share

Vasi decorati come i greci

Tappa fondamentale in quinta è la civiltà dei greci e la loro stupenda e coinvolgente cultura.. e come fatto già gli scorsi anni ho pensato di realizzare un vaso stile greco con i bambini.

Dopo aver sperimentato il vaso con tecnica a graffito, i vasi in 3D, i piatti decorati, ho fatto decorare dei veri e propri vasi…color terracotta, comprati in serra.

Abbiamo dapprima osservato alcuni vasi e alcune decorazioni, le abbiamo scelte e riportate sui vasi…in modo libero…chi a mano libera, chi usando la carta carbone, chi un po’ e un po’…prendendo spunto dai disegni greci stampati e trovati in rete:

 

 

Abbiamo realizzato più di un disegno per riempire bene ogni parte del vaso e poi decorato con alcune greche la parte alta e bassa del vaso e alcune zone tra i disegni e ripassato tutto con pennarelli indelebili…

Per finire sul fondo del vaso abbiamo applicato un cartoncino nero per far da base.

Siamo soddisfatti del nostro semplice ma di effetto lavoro! 😉

Share

Ogni angolo del nostro nome…classe 5a

Ripassiamo l’uso del goniometro con un’attività divertente e coinvolgente trovata in rete…

Ogni alunno disegna il proprio nome sul quaderno con linee rettilinee, senza curvilinee, calcolando bene gli spazi e le distanze in modo che sia ben centrato nella pagina. Alla lavagna abbiamo provato a scrivere l’alfabeto senza curvilinee e senza troppi angoli retti…da cui prendere spunto…

E ora individuiamo gli angoli del nostro nome e li segniamo con il simbolo della rotazione…ricordandoci che si segna sempre in senso orario…

Con il goniometro ognuno ora misura l’ampiezza degli angoli che ha individuato….

…e intanto ripassiamo….angoli complementari per formare l’angolo piatto…se uno misura 47°…l’altro devo per forza misurarlo? …o posso calcolarlo?…sì però meglio comunque verificare…

…gli angoli interni dei triangoli e dei quadrilateri…. verifichiamo che le somme siano esatte….misurando in modo preciso e l’ultimo…possiamo calcolarlo…

Abbiamo dovuto rivedere più volte le misurazioni perchè non sempre siamo stati precisi e nelle fotografie sono rimaste alcune imprecisioni che successivamente sono state corrette…

L’esperienza è stata divertente e per un paio d’ore abbiamo operato in autonomia e in modo stimolante…scoprendo OGNI ANGOLO DEL NOSTRO NOME!!!

 
 

 

Share