Archivi categoria: Geografia

Pixel e pixel art in classe 1a

Già dall’inizio dell’anno in classe prima in tecnologia ma anche in collegamento con matematica e geografia ho proposto alcune attività di coding unplugged che sono propedeutiche per l’apprendimento anche della spazialità, del movimento della lateralizzazione…stimolano l’attenzione e il problem solving e anche se sembrano attività più per grandi se presentate in modo adeguato sono fattibilissime anche dai bimbi più piccoli…con davvero molte soddisfazioni.

Una delle attività preferite da tutti gli alunni perché molto artistica e ricca di spunti e creatività è parlare di pixel

Naturalmente con i bimbi piccoli bisogna fare poca teoria e presentare in modo semplice il fatto che un computer o un cellulare per rappresentare le immagini si serve di una griglia con piccoli quadretti che di volta in volta e a seconda delle esigenze si colorano di colori diversi per farci vedere immagini parole, schemi…questi quadrettini si chiamano pixel!

“Si maestra il mio papà ha una App che si chiama pixel!”
“Io a casa ho un gioco con i pixel ma non l’ho mai fatto…non so come si fa…!”
“io li ho sentiti i pixel maestra…ma non sapevo cosa sono…!”

E quindi proviamo a vedere se sta cosa è vera…cerchiamo un’immagine e guardiamola da vicino…avviciniamo…avviciniamo…avviciniamo…

“Maestra è vero!!!! Guarda quanti quadretti!” “Ma sono piccolissimi!!!”
“Ma tutte le immagini?” Anche quella di Batman?”

Proviamo a vedere…

     

Allora osserviamo alcuni disegni semplici che son state fatte a quadretti, per vedere se riusciamo a riconoscere le immagini e poi li riproduciamo…seguendo le righe per non fare confusione…con precisione…

“Ma maestra sono come i disegni che abbiamo fatto per Halloween!!!”
“…e anche per ‘inizio anno 2019!!!”

Esatto!!! Anche se allora non avevo accennato a pixel o computer o realizzazione immagini…avevamo giocato con i quadretti le operazioni e i colori…ecco le attività…

Halloween math con i disegni a quadretti dei mostri mostruosi….

 

Ecco il nostro “coding” di inizio anno per auguraci buon 2019!

Anche nei laboratori di Gennaio avevo fatto fare un’attività di riproduzione di immagini in pixel con le tesserine magnetiche colorate…eccolo qui…

 

Abbiamo poi cominciato davvero a guardare e riprodurre immagini a quadretti….era Carnevale per cui..ci siamo buttati sulle Mascherine!!

Ho dato poche indicazioni ai bambini che quindi son partiti a razzo e han tentato in vari modi….poi però abbiamo capito che serviva un metodo….per non confondersi e non sbagliare nella griglia…seguiamo le righe o le colonne…così faremo con precisione e in modo esatto…!

Ho proposto anche ai bambini una griglia speciale fatta con i bicchierini di plastica incollati su un supporto…da riempire con ritagli di carta colorata…sempre naturalmente seguendo le righe e le colonne….ecco i risultati! Questa griglia ci piace tantissimo!! 🙂

La griglia si può riempire da soli o facendosi aiutare dai compagni che possono dettare il codice colorato e aiutarci a scegliere i colori!

  

Dopo aver giocato con i colori e i pixel usando pennarelli pastelli e carta colorata abbiamo lavorato con le perline stirabili… riproducendo il disegno scelto per realizzare un bellissimo portachiavi per la festa del papà….
  

Naturalmente questa meraviglia della pixel art (che fa impazzire i miei piccoli alunni!!!) può essere realizzata con moltissimi altri oggetti e supporti: tappi colorati, tovaglioli, lego, chiodini…e l’anno prossimo sperimenteremo anche altri materiali!

Ho proposto poi ai bambini una attività diversa…scoprire l’immagine in pixel partendo dal codice...
Questa volta è stato più impegnativo perchè era necessario capire come fosse stato scritto il codice e come leggerlo, interpretarlo…
Ci abbiamo ragionato e abbiamo visto che il codice era capibile da tutti i bambini del mondo perchè si tratta di simboli e colori per cui anche se un bambino non parla italiano, ma anche i nostri fratellini piccoli che non sanno leggere potrebbero capirlo…devono solo sapere i numeri!

I codici son stati stampati da Zaplycode  dopo che ho fatto semplici disegni, salvati, e stampati… distribuiti un po’ a caso ai bambini chiedendo loro cosa fare…non è stato immediato ma osservandoli insieme anche alla LIM pian piano abbiam capito e siam partiti a riprodurre pixel…
Qui è davvero molto importante seguire le righe e le colonne!!!
Cosa apparirà? Scoprilo man mano e fare ipotesi è stato davvero entusiasmante!!! 🙂

La riproduzione e decodifica di immagini in pixel è davvero una attività adatta a tutte le età se dosata e riadattata e con i materiali diventa coinvolgente e interessante!
Il prossimo anno senz’altro continueremo anche scrivendo codici e trovando strategie varie per rappresentare le immagini facendo finta di essere un robot! 😉

 

 

Share

Elmer, elefante variopinto, continuità e classe 1a

E quest’anno per accogliere i futuri alunni della scuola primaria e farli giocare divertire e conoscere la scuola primaria abbiamo fatto la conoscenza di ELMER, elefante variopinto

Dopo la presentazione e lettura del libro abbiamo chiacchierato un po’ e capito che ognuno è bello perché diverso, ognuno di noi ha delle particolarità che ci fanno speciali..per Elmer erano i suoi meravigliosi colori che portavano allegria a tutti!

Insieme abbiamo poi realizzato i nostro Elmer partendo da un foglio colorato quadrettato e agito con tagli e pieghe…ecco le fasi e il risultato… Continua a leggere

Share

Sapientino Regioni e Capoluoghi, classe 5a

In questo Bimestre in Tecnologia in classe 5a ci siamo dedicati ad un’attività interdisciplinare…la costruzione di un SAPIENTINO!

Si comincia col colorare una cartina politica dell’italia in modo che le varie regioni siano ben visibili….alla fine la ritagliamo lasciando meno bianco possibile e la incolliamo al centro di un cartone rigido che abbiamo ricoperto di carta quadrettata… Continua a leggere

Share

Percorsi classe 2a: spostamenti e orientamento

Per ripassare e consolidare i concetti topologici e l’orientamento abbiamo fatto il gioco del “Comandante e del robot”

Bender

Prima fase: con la carta igienica (ben visibile!) si delinea sul pavimento un percorso seguendo le linee delle mattonelle e si scelgono un comandante e un robot:

IL ROBOT si pone sulla mattonella di partenza e un compagno deve dare i comandi per condurlo all’arrivo. Il robot deve eseguire i comandi del comandante senza mai cambiare orientamento al suo corpo ma andando avanti, indietro a destra e sinistra (camminando lateralmente)

2014-05-31 09.25.42  IMG_6050 Continua a leggere

Share