Archivi categoria: Immagine

Un libro di ricette per la Festa della mamma, classe 3a

Quest’anno per la festa della mamma realizziamo un libretto in cui la nostra dolcissima mamma potrà raccogliere tutte le sue squisite ricette….

Iniziamo a comporre il nostro libretto con alcuni fogli bianchi in formato A4 bucati sul lato con la bucafogli e sopra un foglio A3 colorato e piegato a metà come copertina che verrà decorata a tema…
Andremo poi a unire i fogli con un bel nastrino, in modo che se ne possano sempre comunque aggiungere altri…se necessario!

Ora ognuno può decorare la copertina con i vari cibi, ricavando le sagome da carta di riciclo e cartoncini vari messi a disposizione e infine mettere l’etichetta col nome della mamma.
Non ho fotografie del lavoro in itinere ma ecco le nostre copertine finite e decorate…

Ecco la scheda con alcuni modelli (presi dal web) che ho stampato e messo a disposizione dei bambini per trarre idee e copiare dimensioni e forme…

Ed ecco il file dell’Etichetta che ho fatto io…

Sul retro del libretto poi il nostro augurio sottoforma di RICETTA…della mamma perfetta…

Ecco il file della ricetta della mamma:

Share

Costruiamo strumenti musicali: il sonaglio

Oggi tecnologia arte e ….fantasia!!!!

Parte il nostro progetto di costruzione di strumenti musicali con materiale di riciclo….

Oggi realizzazione di un semplice strumento a percussione….IL SONAGLIO….

L’occorente è:

-grucce di ferro
– filo di ferro
– tappi di plastica
– scarti di carta crespa e velina per decorare Continua a leggere

Share

Primavera…classe 1a…le rondini

Per celebrare la primavera in classe 1a…abbiamo costruito le RONDINI col cartoncino…

Abbiamo seguito alla lettera le indicazioni del sito KROKOTAK…e guardato il video…

Scaricato il modello e riportato sul cartoncino nero e quindi ritagliato…applicato il cartoncino bianco per fare la pancia e decorato con il pastello bianco….

  Continua a leggere

Share

Libretto Fiabe pop up…classe 2a

Classe seconda a conclusione del percorso sulle fiabe ne abbiamo scelte alcune…le più note e amate e le abbiamo riunite in un libretto po-up….decorato e colorato poi con varie tecniche…

Cappuccetto Rosso e il lupo decorato con carta velina verde per il prato, strappata e incollata… carta pacco marrone per il sentiero e palline di carta crespa verde per fare i fiori…

I tre porcellini sempre in fuga dal lupo….abbiamo decorato con dell’ovatta per le nuvole e paglia sul sentiero…

Cenerentola che vive una notte da favola in un castello meravigliose…e allora il pavimento non poteva essere che di carta argento…

E per Biancaneve e i suoi amici nanetti felici nel bosco un bel prato fiorito realizzato con carta crespa e un sole splendente sempre con lo stesso materiale….

Per assemblare i vari fogli li abbiamo incollati sul retro l’uno all’altro e aggiunto una bella copertina colorata con il titolo…

La tecnica per realizzare il pop up…

Piegare il foglio a metà e praticare alcuni tagli in corrispondenza del luogo in cui si vuole evidenziare la figura (io per tutte ho fatto fare due serie di tagli per metterci due personaggi o figure)

Ripiegare i tagli verso l’interno…

 

Incollare sulla parte a rilievo i personaggi o le figure che si vuol far risaltare…

Decorare poi il tutto a piacere incollando altre sagome o solo mettendo alcuni particolari…

Le immagini le ho scaricate dalla rete e stampate…

 

Share

Pittura rupestre…classe 3a

Finalmente siamo arrivati agli uomini primitivi e in immagine abbiamo parlato della loro arte rupestre…

Abbiamo visto video e documenti fotografici

Arte rupestre da FrammentiArte

da Wikipedia: le grotte di Lascaux

da Wikipedia: la grotta di Chauvet

da Wikipedia la grotta di Altamira




Viaggio nella grotta di Chauvet

E poi abbiamo provato anche noi a realizzare una pittura non rupestre ma con gli stessi (più o meno) ingredienti che usavano anche i preistorici per fare i loro dipinti…

Le pitture rupestri risalgono all’inizio del Paleolitico e i disegni hanno resistito nei millenni sono quelli perchè realizzati nelle caverne al riparo dalla pioggia e dal vento.
Le grotte più famose dove sono state trovate pitture sono: Lascaux, Rufignac, Altamira, Chauvet ecc…

Per realizzare queste opere d’arte, usavano colori minerali come l’ocra (gialla o rossa), ematite, limonite, manganese, carbone che si trovano in piccoli blocchi e venivano usati come gessetti, oppure macinati e mescolati con materie leganti come sangue oppure grasso…

Per prima cosa abbiamo preso della carta da pacco marrone e l’abbiamo un po’ stropicciata per fare l’effetto roccia e usarla poi come base della nostra pittura.
L’abbiamo poi sporcata un po’ con del carbone di legna…per renderla più realistica…

 

Ora abbiamo osservato cosa la maestra aveva portato da casa per realizzare i nostri pigmenti naturali…

Innanzitutto il burro come materiale legante…loro usavano il grasso animale o il sangue ma noi modernamente lo sostituiamo così…

Vediamo poi…erba per il VERDE, carbone per il NERO o GRIGIO, la paprika per il GIALLO ARANCIONE, il gesso per il BIANCO, la terra per il MARRONE….

Formiamo i colori mescolando i vari materiali con il burro…per l’erba bisogna spezzettarla e la useremo strisciandola sul foglio…

Che bello….mettiamoci le mani!!!!!

    

Laviamoci le mani e scegliamo alcuni disegni tra quelli proposti dalla maestra che li ha presi dai disegni originali, ricalchiamo solo il contorno su un foglio bianco e poi ripassiamolo con la biro….
Ora per poterli riportare sulla nostra parete preistorica ritagliamo sulla riga che abbiamo tracciato, cioè sul bordo in modo da ottenere uno stencil…

 

Eccoci pronti ora per pitturare le rocce…prendiamo prima del carbone per fare il contorno e poi del pigmento naturale e col dito (beh loro avranno avuto forse i pennelli ma…è più bello con le dita!!!) riempiamo lo stencil…anche magari usando più colori…

 

Ma non ci siamo fermati qui…abbiamo voluto anche noi provare a lasciare impronta e contorno delle mani…sempre usando i pigmenti creati..

Ecco qui le nostre pitture rupestri!!! 🙂 🙂 🙂

Attenzione…il burro non si asciuga…anche passando giorni rimane unto e appiccicoso!

Share

I ritratti d’autore

In classe 4a nel percorso sui ritratti ho presentato alcuni ritratti e autoritratti famosi e di pittori molto famosi e dapprima abbiamo osservato le differenze e come venivano realizzati a seconda dello scopo che avevano:ritrarre persone per ricordarle, per esprimere sentimenti ed emozioni, per ricordare un momento o una attività…

Ecco qui la parte del sito in cui ho raccolto i lavori sui ritratti…

Ognuno poi ha scelto un ritratto (ecco qui alcune immagini di ritratti in bianco e nero presi dalla rete) e l’ha colorato osservando l’originale e poi abbiamo provato anche a rifarlo…a fingerci falsari e…qualcuno ha dimostrato notevoli doti artistiche

Continua a leggere

Share

E’ arrivato il carnevale! Classe 4a

E’ arrivato il Carnevale e sul filo dell’ultimo giorno abbiamo realizzato anche noi il nostro “travestimento

Per non fare la solita maschera quest’anno ho pensato a un paio di occhiali che mi trasformano in….torta….chitarra…gatto….Re….

Abbiamo disegnato e ritagliato la sagoma degli occhiali ripassando il modello pronto

Continua a leggere

Share

Libretto Farfalla per non dimenticare…classe 4a

Oltre alle attività già presentate sulla giornata della memoria in classe 4a, abbiamo anche costruito un libricino per ricordare…di non dimenticare!

Siccome tutto quest’anno girava attorno alle farfalle come simbolo di libertà, di pensieri che vanno oltre le brutture…il libretto ha preso la forma di una farfalla…

Ho preso spunto da questo video in cui si realizzava un libretto a forma di cuore:

Continua a leggere

Share