Archivi categoria: utility

Piccolo Principe, classe 5a

Quest’anno per accogliere i ragazzi di classe 5a ci siamo affidati al “Piccolo Principe”

Questa tenera e molto profonda storia ci accompagnerà in questo primo periodo dell’anno e quindi sulla parete della nostra aula abbiamo messo proprio lui…con tante stelline che siamo noi che impareremo a conoscerlo e ad amarlo…

Cominceremo presto la lettura e l’analisi del libro e quindi io e le mie colleghe abbiamo pensato subito a un regalino per i nostri alunni…un segnalibro con immagini e parole dal libro…frasi che fanno riflettere, ci interrogano…ci fanno crescere…

Ecco il file dei segnalibri che ho preparato:

Non abbiamo ancora ben programmato cosa fare come fare…certamente ci lasceremo guidare molto dalle sensazioni e emozioni dei ragazzi, dai loro pensieri ma…non mancheranno lavori creativi e spunti per rivedere magari lezioni di matematica e lingua…e anche inglese con alcune letture in lingua…

Per ora ci stiamo documentando…non dimenticando i lavori già fatti come il quadretto che ho realizzato qualche anno fa e che trovate qui…

e le numerosissime risorse messe a disposizione della rete…

Disegni da colorare:

DIREI CHE C’E’ DAVVERO L’IMBARAZZO DELLA SCELTA….BUON LAVORO!!!! 🙂

Share

Ri-cominciare…insieme!

Il primo giorno di scuola da qualche anno nel mio plesso scolastco prevede oltre che l’entrata dei bimbi e il saluto dei genitori anche una parte di coinvolgimento degli stessi…

C’è da dire che la mia scuola è piccina, abbiamo una sezione per classe e in tutto siamo circa 80 per cui gli spazi e il numero ci permettono di fare quanto esporrò…ma riadattato magari può essere un’idea….

Solitamente facciamo entrare gli alunni con i loro accompagnatori ( mamme, papà, nonni, fratelli…) in classe lasciano la cartella e poi tutti ci si ritrova nell’atrio (o nella palestra) in cui la referente fa il saluto formale e ci si augura buon anno scolastico e da qualche anno si  vede insieme un filmato brevissimo sul senso della scuola, sull’accoglienza, l’inclusione….per sottolineare la fortuna  che abbiamo, la voglia ma soprattutto ricordare i valori della scuola…

E’ un momento che piace molto ai bimbi e molto apprezzato anche i genitori…

Segue un canto di benvenuto o un bans tutti insieme e poi ogni classe gestisce il primo momento del primo giorno secondo le sue modalità…

Inoltre sia il primo che gli altri giorni in cui si fanno attività di accoglienza a scuola si manda a casa ai genitori una scritta, un’immagine, un testo…qualcosa che faccia loro partecipi dell’argomento trattato a scuola e che stimoli i ragazzi a raccontare…a “includerli” nella loro esperienza…

Di seguito metto alcuni link a video che abbiamo usato negli anni e che a noi son piaciuti per portare il nostro messaggio di Bentornato…

BUON ANNO A TUTTI…BAMBINI…GENITORI E INSEGNANTI! <3

Share

Si ricomincia…attività di accoglienza…dal web

Quando inizia un nuovo anno scolastico è importante parlare di accoglienza; ci sono nuovi bambini da accogliere, c’è da riallacciare il filo con coloro che hanno già frequentato in modo che si sentano ancora una volta accolti.

Il momento dell’accoglienza è’ il risultato di un progetto educativo che richiede intenzionalità, condivisione e collegialità e può rappresentare un’idea chiave del fare scuola.

Accogliere un bambino significa prima di tutto interessarsi alla sua storia, creare connessioni tra la sua vita a casa e le esperienze che compie a scuola, ricercare modalità di comunicazione con la famiglia.

Si tratta quindi di prevedere nel concreto attività, momenti, situazioni in cui coinvolgere il bambino in tutte le sue componenti favorendo il graduale e sereno inserimento nell’ambiente e nella routine scolastica…come?

Ogni scuola di solito predispone progetti e percorsi e ancora una vola LA RETE ci può aiutare, darci spunti e idee per realizzare attività accattivanti coinvolgenti e simpatiche per i nostri alunni…

ECCO UNA RACCOLTA DI SITI E DOCUMENTI REPERITI IN RETE PER AVERE A CUI ATTINGERE PER PENSARE ALL’ACCOGLIENZA…

Da CrescereCreativmente “Come organizzare il primo giorno di scuola”

Accoglienza proposte da LaboratorioInterattivoManuale LIM

Alcuni suggerimenti da FunzioniObiettivo.it

Da Maestra Mary: disegni, coccarde, lavoretti e tante idee…

Da CiaoMaestra tante attività e idee per i primo giorni

Da MaestraGemma idee e tanti suggerimenti

Alcuni progetti accoglienza da Maestradituttounpo

Materiali da MaestraSabry

Accoglienza da ATuttaScuola

Gioco cooperativo per i primi giorni da GessettiColorati

L’accoglienza da Zainetto di MaestraElisA

LaScuolaInCartella accoglienza e attività

Materiali interessanti da LavoridiClasse

LavorettiCreativi offre alcune idee simpatiche per cominciare bene l’anno

Lapbook dell’accoglienza da MaestraRenata

Alcune idee da Pinterest

Progetti accoglienza da ScuolaStoppani

 

GIOCHI E ATTIVITA’ ROMPIGHIACCIO…

BUON ANNO SCOLASTICO A TUTTI!!!

 

 

Share

Classe 1a: giochi interattivi per letterine, sillabe e parole bisillabe

Ho preparato questi semplici giochi interattivi per ripassare, rinforzare e in alcuni casi aiutare i bimbi che hanno meno familiarità con le letterine e che magari in modo accattivante si esercitano e migliorano la lettura e la decodifica di lettere, sillabe e semplici parole…

Si tratta di semplici presentazioni in power point in cui si chiede al bambino di osservare, leggere e cliccare sulla risposta esatta, se indovina il suono lo confermerà e passerà alla successiva slide, altrimenti il suono suggerirà lo sbaglio e di cliccare altrove…alla fine però un messaggio comunque incoraggiante…HAI VINTO!!!!!

SPERO SIANO UTILI…ECCOLE… Continua a leggere

Share

Prova di attenzione e velocità

Nel mio Istituto una delle priorità che abbiamo stilato per gli alunni è la lettura autonoma della consegna e la sua comprensione…capita sempre più spesso infatti che i bambini cerchino di “intuire” cosa fare senza leggere o che “interpretino” a modo loro il da farsi…oppure bambini che continuano a venire a chieder e spiegazioni o che vogliano farlo dire a te cosa bisogna fare…

Sono state messe in atto diverse strategie in modo orizzontale (tutte le materie) e verticale (tutte le classi) per cercare di portarli sempre più all’autonomia ma nonostante ciò ieri in classe 4a ho avuto più di un segnale che ancora non ci siamo… Continua a leggere

Share

Il giorno del Ricordo: 10 Febbraio

“Il Giorno del ricordo è una solennità civile nazionale italiana, celebrata il 10 febbraio di ogni anno. Istituita con la legge 30 marzo 2004 n. 92[1] essa vuole conservare e rinnovare «la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell’esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale. Continua a leggere

Share

Farfalle…Giornata della memoria 2017

Per la giornata della memoria quest’anno tutta la scuola è stata coinvolta in una bellissima e interessante attività di animazione e lettura in cui abbiamo capito come gli ebrei e non solo fossero stati presi di mira, maltrattati, denigrati, umiliati, “minati dentro”, stipati, privati, deportati e alla fine sterminati….

Tra i vari campi di concentramento c’era il ghetto di Terezìn. Fu il maggior campo di concentramento sul territorio della Cecoslovacchia. Nel periodo che durò il ghetto – dal 24 novembre 1941 fino alla liberazione, avvenuta l’8 maggio 1945 – vi passarono  140.000 prigionieri e vi morirono circa 35.000 detenuti. Continua a leggere

Share

Inverno risorse

Oggi pomeriggio cercavo alcune poesie o Filastrocche da proporre ai bambini nel laboratorio di tecnologia e siccome con i più piccoli (terza elementare) stiamo parlando dei testi, delle formattazioni e dell’inserimento di immagini, cercavo qualcosa a tema inverno…ho cominciato a salvare pagine qui e là e poi…le ho raccolte anche qui…facendo uno “Speciale sull’Inverno“….Spero sia utile! 😉

Continua a leggere

Share

Coding: parliamo di Pixel

Continuando a parlare di coding e programmazione nelle varie classi, abbiamo parlato anche dei PIXEL…cosa sono?

“Il termine inglese Pixel ha origine dalla contrazione delle parole picture ed element (pict-el, dunque pixel) e serve a identificare ogni singolo puntino che compone un’immagine all’interno della memoria di un computer.
I punti riprodotti sono così piccoli e numerosi da non essere distinguibili ad occhio nudo, apparendo fusi in un’unica immagine quando vengono stampati su carta o visualizzati su un monitor.
Ogni pixel dunque rappresenta il dato più minuscolo dell’intera immagine e ha un valore preciso dato dalla sua posizione, dal colore e dall’intensità
. Continua a leggere

Share

Mediaexpo 2016

Quest’anno sono stata contattata per partecipare con il mio Istituto Comprensivo a Mediaexpo…Laboratori e Creatività

mediaexpo

Cosa è Mediaexpo?
Io non la conoscevo anche se è già al 19° anno…si tratta di tre giorni di incontri, scambi, arricchimento e crescita tra tutti coloro che amano la scuola…la buona scuola…la bella scuola…la scuola in cui i nostri alunni sono protagonisti e noi insegnati cerchiamo sempre novità e strategie per aiutarli, guidarli, interessarli e stimolarli…. Continua a leggere

Share