Misure di Massa…introduzione classe 4a

Eccoci giunti anche alle misure di massa…

Dopo aver sperimentato cosa vuol dire misurare con le lunghezze fin dallo scorso anno, e conosciuto come si comportano i liquidi e le misure di capacità, oggi parliamo di massa e peso….

E qui tutti esperti che mi dicono…
“….Sì i pesi come i chili e gli etti”
” …come quando vai al supermercato e chiedi un etto di prosciutto”
“…o un chilo di mele o pere…”
“…oppure quando devi pesare la legna a quintali…”
“…quando la mia mamma si pesa sulla bilancia e vede quanti chili pesa…”
“…o per fare una torta che devo pesare la farina e lo zucchero…”

OK…dalle loro affermazioni abbiamo ricavato alcune considerazioni interessanti come il nome di alcune unità di misura e alcuni strumenti che servono per misurare come bilance più o meno grandi e che possano pesare fino a tanto o cose che pesano pochissimo…

E  quindi ora chiediamoci…ma qual è l’unità di misura del PESO“?

Per le lunghezze avevamo il metro, per la capacità il litro e per i pesi?
Il chilogrammo…anche se corrisponde a 1000 gr, perché nel tempo è diventata la misura più utilizzata ed è diventato “normale” misurare con quella per cui si parla di Chilogrammo come L’UNITA’ DI MISURA principale di MASSA che viene indicato con la sigla KG.

Guardando poi in internet abbiamo visto che un chilogrammo è all’incirca pari al peso di un decimetro cubo di acqua alla temperatura di circa 4 gradi °. 

Bene…ora sappiamo tutto ma….quanto pesa è un chilogrammo? E soprattutto…quanto pesano circa gli oggetti che usiamo normalmente ogni giorno? Sappiamo stimare i pesi?

Per fare l’attività di oggi ci siamo dotati di una Bilancia digitale e di MOLTI oggetti che la maestra ha portato da casa….una valigia!

Cominciamo facendo alcune categorie…stabiliamo che dovremo stimare il peso di oggetti entro queste categorie: dire quali oggetti pesano all’incirca 1 grammo, all’incirca 10 grammi, all’incirca 100 grammi e all’incirca 100 gr, cioè un chilogrammo…

Stabiliamo anche che se la differenza con la categoria superiore è meno della metà appartiene a quella inferiore se no alla superiore….es: se un oggetto pesa 350 gr apparterrà alla categoria attorno ai 100 gr, se pesa 650 è già nella categoria del chilogrammo…introduciamo così l’arrotondamento per eccesso e difetto (in modo moooolto veloce! e senza pretese per il momento!)

Cominciamo dal cellulare…che viene fatto passare di mano in mano…per sentirne il peso e poi…in quale categoria lo collochiamo? Cominciamo le ipotesi…

“…pesa poco…secondo me circa 10 grammi!”
“…no pesa tanto…per me un chilogrammo!”
“…secondo me 100…ma anche di più”
“…secondo me anche più di un chilogrammo!”

Sveliamo subito l’arcano in modo che questo peso ci faccia un po’da guida per le stime future…
Posiamo sulla bilancia e scopriamo che…pesa più di 400 gr…STUPORE!!!

Ora siamo pronti a stimare il peso di alcuni oggetti che usiamo normalmente…rotolo di carta igienica, bottiglie d’olio, cd, yogurt, bustine di tè, carte da gioco, dentifricio, pennarello, molletta dei panni,schiacciapatate, pasta, marmellata, fazzoletti di carta….

La maestra toglie dalla borsa gli oggetti ci dice il nome e noi stimiamo…scrivendo il nome in una delle 4 colonne corrispondenti alle categorie scelte…

Alla fine ogni oggetto vine pesato sulla bilancia digitale…

Grazie alla telecamera collegata alla LIM ognuno di noi ha potuto controllare il peso degli oggetti e soprattutto confrontare e controllare se la stima era stata fatta in modo esatto o meno…

Nella fase di controllo ognuno segnava cerchiando di rosso i pesi che erano stati stimati bene…e qualcuno ha scoperto di avere talento per i pesi e altri…han deciso che non faranno mai i fruttivendoli o i salumieri! 🙂

L’attività è stata interessante perché ci ha permesso di fare un’esperienza che non siamo più abituati a fare…invece tempo fa più o meno tutti avevano un’idea del peso degli oggetti perché i lavori erano più manuali ed era necessario stimare o ipotizzare pesi nella vita quotidiana… forse i nostri nonni e anche i nostri papà avrebbero fatto molto meglio di noi!

 

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*