Archivi tag: coding

Un origami per la festa del papà, classe 1a

E la nostra passione per gli origami non si ferma…

In occasione della festa del papà abbiamo realizzato delle bellissime camicine/ magliette piegando la carta come bigliettino di auguri

Si parte da un foglio rettangolare questa volta, si piega a metà facendo combaciare i due lati più lunghi e si osserva…come sono i due rettangoli che si sono formati? I bambini ormai a forza di osservare e riflettere han capito bene i concetti di metà, di congruente, di angolo e lato e anche di mediana e diagonale…

Si riapre poi e si ripiegano sulla piega centrale i due lati lunghi…“Maestra questi due rettangoli sono la metà di quelli di prima…due ne fanno uno…!”

Ora si ripiega all’indietro una parte del foglio superiore…ma non troppo… Per fare il colletto!” 

Dalla parte opposta pieghiamo l’angolo interno verso l’esterno… in modo da formare le due maniche della camicia

Dalla parte opposta del foglio ora pieghiamo verso l’interno, fino alla mediana gli angoli del “colletti” in modo  che sia simmetrico…che arrivi nello stesso punto…

Ora non ci resta che ripiegare il fondo sotto il colletto e il gioco è fatto! Ecco una bellissima camiciola… 

Applichiamo alcuni bottoncini con la colla vinilica e lasciamo asciugare…

Il giorno successivo sul dietro della camiciola abbiamo applicato un foglietto con il disegno del papà e la poesia che abbiamo imparato per lui e…all’interno sorpresa!!!!!  Un bellissimo portachiavi in perline stirabili…sì…perchè la nostra altra passione è senz’altro la Pixel Art!!!!

Share

Giochiamo con i dadi, classe 1a

Eccoci…ora che siamo abili e svelti a contare abbiamo deciso di lavorare con due o tre dadi e fare alcune attività…

La maestra ha acquistato questi bellissimi dadi grandi morbidi e colorati e noi ci giochiamo subito subito….

Prima sul quaderno…tiriamo tre volte il dado, registriamo il numero e facciamo la somma….quanto fa? …se qualcuno ha ancora bisogno può usare la nostra scala mobile dei numeri….

Successivamente a coppie con due dadi ciascuno giochiamo alla “sfida con i dadi”… Ognuno ha un colore…si lanciano i dadi, si fa la somma e si colora il numero corrispondente…se il numero “non c’è più” tocca al compagno…alla fine una volta coperti tutti i numeri si conta…chi ha vinto? Chi ne ha colorati il maggior numero? Scriviamo il nome del vincitore che si può tenere il foglio….

Ecco il file della Sfida con i dadi….

.

Siamo poi passati a una sfida a due a chi realizza il numero maggiore: si tirano i due dadi…si confrontano i risultati…chi  ha il numero maggiore colora un quadretto dell’Istogramma…se il numero è pari….si colora un quadretto ciascuno…

Ecco il file dell’Istogramma dei dadi…riadattato da una scheda trovata online….

.

Un altro gioco che abbiamo fatto e che ci è piaciuto moltissimo è stato programmare il robottino per farlo arrivare sul numero che risultava dal lancio dei tre dadi….
Abbiamo preparato la codyboard (piattaforma per il robottino) mettendo i foglietti con i numeri e poi via…a turno tiriamo, contiamo e programmiamo…. 😉 Abbiamo giocato con BeeBot e con Mind….

 

 

Share

Pixel art in 3D

Il coding e la pixel-art ci piace tanto…già da un paio d’anni abbiamo parlato di pixel, di immagini al computer, di pixel con le perline stirabili

Oggi ci cimentiamo nella pixel art in 3D realizzando un disegno “pixellato” con i cubetti di cartoncino….

Un cubetto ogni pixel…costruito con pazienza e precisione…disegnando, ritagliando e incollando…

Continua a leggere

Share

Le misure di superficie classe 5a

Abbiamo già più volte “manipolato” vari poligoni per indagarne la equiestensione e l’isoperimetria…sia col tangram che con il geopiano ma anche disegnando e confrontando vari poligoni sul quaderno…

Abbiamo ripassato il concetto di superficie e tutto ciò che possiamo dire al riguardo…

Oggi la domanda è….abbiamo notato e dimostrato che le figure sono equiestese ma…come fare a misurare l’estensione, cioè lo spazio che occupa un poligono nel piano? Cosa usare? Possiamo affidarci ai campioni che fino ad ora abbiamo conosciuto? Metro…litro…chilogrammo…euro…grado…secondo…

Si cominciano timidamente a esporre le ipotesi e…si giunge alla conclusione che serve il metro…Sì usiamo IL METRO…si decide!

Bene…mettiamoci alla prova! La maestra appronta sul pavimento un poligono con il nastro di carta e mette a disposizione alcuni metri…la richiesta è scoprire quanto spazio occupa questo poligono…

Continua a leggere

Share

Carnevale in Pixel Art, classe 4a

Buon Carnevale a tutti!!!

Anche noi ci siamo lasciati contagiare dalla Pixel-mania e non abbiamo resistito!!!!!

Abbiamo già introdotto la pixel art e parlato di pixel anche negli anni scorsi e oggi vista l’attività ci siamo entusiasmati subito!!!!

Da settimane impazzano in Internet e nei social le bellissime maschere Italiane realizzate in pixel art dal ragazzi delle scuole italiane e “regalate” a noi insegnanti dal gentilissimo MAESTRO ALBERTO e….anche noi come ultima attività di sabato prima della vacanzina di Carnevale… Continua a leggere

Share

Coding: i pixel in classe 2a e 3a

Dovendo presentare i pixel e i codici necessari ai computer per realizzare le immagini a video in una classe seconda e in una terza, ho dovuto un po’ adattare il lavoro preparato per la precedente classe che era già “pratica” di codici, di macchine e di programmazione , perchè prima di arrivare ai pixel avevamo fatto altri lavori sui codici… 😉

Ho pensato quindi di partire proprio dal facile facile…e quindi dopo aver chiesto loro come farà il computer a farci vedere le immagini, abbiamo provato ad avvicinarne con lo zoom del programma immagini alcune, per vederle da vicino e ci siamo accorte che….ci sono dei quadrettini! Continua a leggere

Share

Inizia la Code Week! Classe 5a

Oggi 7 ottobre comincia la code week 2017 e per festeggiare l’evento ho preparato alcune attività da proporre ai miei alunni di classe 5a con i quali già lo scorso anno ho  realizzato un bel percorso di coding unplugged….

Per prima cosa ho consegnato una scheda con un messaggio da decifrare e senza dir nulla ho aspettato che capissero da soli cosa fare….ne avevamo fatte altre simili lo scorso anno quindi son partiti a razzo e con entusiasmo…

Continua a leggere

Share

Coding e…matematica…

Stamattina abbiamo insegnato al Robottino a fare le operazioni…

                      

Li abbiamo provati tutti e due e scoperto che nonostante l’aspetto sono molto simili nel funzionamento e nei comandi di programmazione…ma la APINA  è più precisa nei movimenti e ci permette di seguire passo passo il percorso e poterlo eventualmente descrivere e verbalizzare in modo preciso; il robottino invece ci piace perchè possiamo mettere a terra una moneta e alla fine del percorso fargliela raccogliere! 🙂

Abbiamo giocato con tutti e due e cercato di far fare percorsi semplici, chiari e…economici! 😉

Abbiamo applicato le regole del coding ai robot per far loro eseguire un percorso e in particolare per darci i risultati di addizioni e sottrazioni…

Abbiamo cominciato dalle addizioni  e programmandolo in modo che esegua semplici calcoli come 4+6….3+7….10+5…

Come fare?
-gli diciamo di andare sul 10 (4+6)
– NO, vediamo se lo sa fare…
– Ma come?
_Come facciamo a dirglielo? Forse insegnandoglielo?
– Ma no…diamogli istruzioni…vai al 4 e poi al 6…
No, non coì…diciamo vai al 4 e poi avanti ancora di 6…

PROVIAMO A PROGRAMMARE…

Abbiamo allo stesso modo fatto fare al robottino anche semplici sottrazioni sulla linea di numeri…come 15-3….7-5….11-8….
Siamo poi passati alla moltiplicazione come addizione ripetuta…per cui come fare 2×4?
– Gli diciamo avanti di due e ancora di due e ancora di due e ancora di due…per 4 volte e lui eseguirà….

E siamo passati poi al gioco delle Tabelline….tiriamo il dado, eseguiamo la moltiplicazione e facciamo in modo che il nostro robottino arrivi esattamente sul risultato….DIVERTENTE!!!!

 

Share

Coding: parliamo di Pixel

Continuando a parlare di coding e programmazione nelle varie classi, abbiamo parlato anche dei PIXEL…cosa sono?

“Il termine inglese Pixel ha origine dalla contrazione delle parole picture ed element (pict-el, dunque pixel) e serve a identificare ogni singolo puntino che compone un’immagine all’interno della memoria di un computer.
I punti riprodotti sono così piccoli e numerosi da non essere distinguibili ad occhio nudo, apparendo fusi in un’unica immagine quando vengono stampati su carta o visualizzati su un monitor.
Ogni pixel dunque rappresenta il dato più minuscolo dell’intera immagine e ha un valore preciso dato dalla sua posizione, dal colore e dall’intensità
. Continua a leggere

Share

Mediaexpo 2016

Quest’anno sono stata contattata per partecipare con il mio Istituto Comprensivo a Mediaexpo…Laboratori e Creatività

mediaexpo

Cosa è Mediaexpo?
Io non la conoscevo anche se è già al 19° anno…si tratta di tre giorni di incontri, scambi, arricchimento e crescita tra tutti coloro che amano la scuola…la buona scuola…la bella scuola…la scuola in cui i nostri alunni sono protagonisti e noi insegnati cerchiamo sempre novità e strategie per aiutarli, guidarli, interessarli e stimolarli…. Continua a leggere

Share