Archivi tag: misura

Calcoliamo le Aree con le bandiere

In classe quinta abbiamo affrontato le superfici e scoperto che si calcolano usando una nuova unità di misura…non lineare ma quadrata, a due dimensioni.

Piano piano abbiamo anche scoperto costruendo, ritagliando e incollando come trovare le aree dei diversi poligoni, i quadrilateri e i triangoli. E ora viene il momento di alcune esercitazioni….

I soliti problemi proposti dai libri di testo e dai vari libretti operativi mi sembravano un po’ noiosi…anche perchè poco stimolanti e nella maggior parte dei casi lontani dalla realtà dei bambini per cui mi sono messa alla ricerca di idee in internet finché non mi sono imbattuta in questi materiali… che ho scaricato da qui….

https://www.tes.com/resources/search/?q=areas%20of%20flags

Continua a leggere

Share

Le misure di superficie classe 5a

Abbiamo già più volte “manipolato” vari poligoni per indagarne la equiestensione e l’isoperimetria…sia col tangram che con il geopiano ma anche disegnando e confrontando vari poligoni sul quaderno…

Abbiamo ripassato il concetto di superficie e tutto ciò che possiamo dire al riguardo…

Oggi la domanda è….abbiamo notato e dimostrato che le figure sono equiestese ma…come fare a misurare l’estensione, cioè lo spazio che occupa un poligono nel piano? Cosa usare? Possiamo affidarci ai campioni che fino ad ora abbiamo conosciuto? Metro…litro…chilogrammo…euro…grado…secondo…

Si cominciano timidamente a esporre le ipotesi e…si giunge alla conclusione che serve il metro…Sì usiamo IL METRO…si decide!

Bene…mettiamoci alla prova! La maestra appronta sul pavimento un poligono con il nastro di carta e mette a disposizione alcuni metri…la richiesta è scoprire quanto spazio occupa questo poligono…

Continua a leggere

Share

Ogni angolo del nostro nome…classe 5a

Ripassiamo l’uso del goniometro con un’attività divertente e coinvolgente trovata in rete…

Ogni alunno disegna il proprio nome sul quaderno con linee rettilinee, senza curvilinee, calcolando bene gli spazi e le distanze in modo che sia ben centrato nella pagina. Alla lavagna abbiamo provato a scrivere l’alfabeto senza curvilinee e senza troppi angoli retti…da cui prendere spunto…

E ora individuiamo gli angoli del nostro nome e li segniamo con il simbolo della rotazione…ricordandoci che si segna sempre in senso orario…

Con il goniometro ognuno ora misura l’ampiezza degli angoli che ha individuato….

…e intanto ripassiamo….angoli complementari per formare l’angolo piatto…se uno misura 47°…l’altro devo per forza misurarlo? …o posso calcolarlo?…sì però meglio comunque verificare…

…gli angoli interni dei triangoli e dei quadrilateri…. verifichiamo che le somme siano esatte….misurando in modo preciso e l’ultimo…possiamo calcolarlo…

Abbiamo dovuto rivedere più volte le misurazioni perchè non sempre siamo stati precisi e nelle fotografie sono rimaste alcune imprecisioni che successivamente sono state corrette…

L’esperienza è stata divertente e per un paio d’ore abbiamo operato in autonomia e in modo stimolante…scoprendo OGNI ANGOLO DEL NOSTRO NOME!!!

 
 

 

Share

Equiestensione e isoperimetria col Geopiano, classe 5a

Abbiamo già introdotto ISOPERIMETRIA ed EQUIESTENSIONE anche attraverso il Tangram, oggi vogliamo indagare meglio queste due caratteristiche dei poligoni e per farlo ci serviamo dei nostri geopiani e di un’idea fantastica condivisa in rete dalla collega Anna Giordano in un gruppo tematico in facebook…

Cominciamo col ripassare i due termini e chiederci come devono essere i poligoni per rispettare le caratteristiche di isoperimetria e equiestensione….si accende la discussione…si propongono idee e quando tutti sono d’accordo sul fatto che non è detto che due poligoni diversi alla vista non abbiano caratteristiche in comune.…possono avere la stessa misura del poligono o occupare la stessa superficie…possono avere solo una delle due caratteristiche ma anche tutte e due…si comincia!!!

Lo facciamo con un semplice poligono…un rettangolo lungo 3 segmenti e largo due e….cerchiamo di realizzare sul nostro geopiano alcuni poligoni ISOPERIMETRICI, con la sessa misura della poligonale….non fidiamoci della nostra vista…misuriamo…contiamo!

Usiamo gli elasticini, quelli colorati che servono per formare i braccialetti…ci piacciono moltisssssimo!!! <3 <3 <3

UHUUUU…quanti ne abbiamo trovati!!!  🙂

Ok…siamo stati bravi ma ora complichiamoci un po’ la vita…proviamo a cercare di rappresentare alcuni poligoni EQUIESTESI a quello di partenza…contiamo lo spazio occupato, la superficie usando come unità di misura il quadretto…”piastrelliamo” la figura con quadretti e triangoli che valgono 1/2 quadretto per calcolare lo spazio occupato….e proviamoci!!!

Bravissimi!!!!!!

Partendo ora da un poligono diverso…un po’ più “strano” (scelto tra quelli proposti dalla maestra), lo rappresentiamo sul geopiano e proviamo a trovarne altri….equiestesi, isoperimetrici e con tutte e due le caratteristiche…

Abbiamo trovato anche poligoni SIA equiestesi CHE Isoperimetrici!!!! Fantastico!!!!

Per finire registriamo i risultati riportando il disegno dei poligoni sul geopiano e le loro caratteristiche di sioperimetria ed equiestensione  sul quaderno…

E’ stato un lavoro davvero divertente, creativo e molto coinvolgente…il tempo è volato e le nostre conoscenze si sono consolidate!!!

Grazie a tutti gli amici della rete che mi danno moltissime utili e….educative che io subito faccio mie e….ci provo con i miei ragazzi!!! :*

 

 

 

Share

Misure di Massa…introduzione classe 4a

Eccoci giunti anche alle misure di massa…

Dopo aver sperimentato cosa vuol dire misurare con le lunghezze fin dallo scorso anno, e conosciuto come si comportano i liquidi e le misure di capacità, oggi parliamo di massa e peso….

E qui tutti esperti che mi dicono…
“….Sì i pesi come i chili e gli etti”
” …come quando vai al supermercato e chiedi un etto di prosciutto”
“…o un chilo di mele o pere…”
“…oppure quando devi pesare la legna a quintali…”
“…quando la mia mamma si pesa sulla bilancia e vede quanti chili pesa…”
“…o per fare una torta che devo pesare la farina e lo zucchero…”
Continua a leggere

Share

Linee parallele, classe 4a

Stamattina abbiamo introdotto in quarta le linee parallele…

Innanzitutto due di noi si sono posizionati sul piano e si sono messi le mani sulle spalle per mantenere le distanze tra loro ed hanno iniziato a camminare nel piano…

Dietro di loro due aiutanti srotolavano i nastri per segnare e poter poi visualizzare il percorso effettuato…

Continua a leggere

Share

Le misure di capacità: classe 4a

E dopo le misure di lunghezza abbiamo parlato delle misure di capacità

Discorso un po’ preso alla larga perchè ci siamo accorti che i LIQUIDI si comportano in modo un po’…strano!

Prima di tutto non possiamo “…prenderli e misurarli…” ma abbiamo bisogno di inserirli in un contenitore… Continua a leggere

Share

Lapbook di misura, classe 3a

Dopo aver terminato il percorso sulla misura, dalla definizione di misura, ai campioni arbitrari per arrivare poi alle misure convenzionali, siamo passati alle equivalenze e nel frattempo, come ripasso abbiamo costruito il nostro LAPBOOK di MISURA per fare il punto e per avere sottomano uno strumento utile che ci permettesse di ricordare il lavoro fatto… Continua a leggere

Share

I multipli del metro, classe 3a

Abbiamo scoperto il METRO come  misura condivisa e Universale per misurare le lunghezze, quindi dopo averlo costruito abbiamo misurato alcuni oggetti e distanze nella nostra scuola e a casa.

IMG_5772

Oggi abbiamo provato a misurare qualcosa di più lungo…tipo…il corridoio…il portico del cortile…

IMG_5822 Continua a leggere

Share

Dai nostri campioni al METRO

Da un bel po’ stiamo lavorando con i nostri campioni PASSO PALMO E DITO e se da un lato riusciamo a misurare tranquillamente gli oggetti, dall’altro le trasformazioni tra uno e l’altro sono molto complesse…e poi abbiamo già detto molte volte che i campioni sono solo NOSTRI e gli altri faticano a comprenderli…

IMG_4490

Ma…non ci saranno campioni più conosciuti e condivisi magari da tutti? CERTO….il METRO!!!!!

IL METRO…giusto….serve per misurare le lunghezze ma…quanto è lungo? Fatemi vedere….

“…per me un passo lungo…così!
…secondo me come due tavoli…
no…troppo…secondo me un tavolo…
Io dico fino alla mia testa…
io dico invece fino al mio collo….”

Cattura Continua a leggere

Share