Simmetria tra le lettere…con puffo Vanitoso, classe 2a

Il nostro lavoro sulla Simmetria, inziato osservando la tavola di Laisant e Elmer continua…

Ecco quindi Puffo Vanitoso che con il suo amato specchio ci invoglia a guardare le lettere dell’alfabeto maiuscolo attraverso di esso….cosa succederà alle lettere?

Puffo Vanitoso prova con la lettera A la quale si specchia uguale a se stessa….Puffo Vanitoso riesce ancora a leggerla A… prova poi con la lettera C ma purtroppo non si specchia in modo da poter essere letta ancora C… come potremmo mettere lo specchio?

Noi abbiamo a scuola dei bellissimi specchi che ci sono stati donati da una vetreria…in alternativa si possono costruire con cartoni o compensato ricoperto da una pellicola specchio…molto comoda, leggera e ben manipolabile dai bambini.

Aiutiamo Puffo Vanitoso…
  

Con la F le cose si complicano non si riesce a mettere lo specchio in modo da leggerla ancora F… e le altre lettere?

Al lavoro ancora con gli specchi ipotizziamo, pensiamo, sperimentiamo e verbalizziamo con alcune altre lettere..


Il nostro amico Puffo Vanitoso poi con il suo specchio comincia a cercare parole che possono essere lette allo stesso modo guardandole allo specchio…

Ne troverá?…..Aiutiamolo!!!!

Per fare questo è necessario ricordarsi quali sono le lettere che rimangono tali guardandole allo specchio….mettendo lo specchio ovunque, oppure solo sopra o sotto oppure solo a destra o sinistra…

A questo punto comincia la caccia alle parole che possono essere lette allo stesso modo guardandole nello specchio…prima mettendolo di fianco...

Dopo alcuni tentativi ci siamo accorti che le parole per essere lette allo stesso modo con lo specchio di fianco non solo devono essere formate dalle lettere che abbiamo ricordato, ma devono essere anche palindrome.. sennò non si possono leggere!!!!

Le parole palindrome con quelle lettere non sono molte per cui ne abbiamo inventate alcune

Siamo poi passati alle parole che restano tali mettendo lo specchio sopra o sotto…. qui ci siamo accorti subito che non è necessario che le parole siano palindrome…. basta che siano formate da queste lettere che abbiamo selezionato

Ecco che allora pian piano la nostra lavagna si riempie e noi ci divertiamo un sacco a trovare parole nuove…

Poi la maestra ci dà alcune frasi scritte in modo strambo dobbiamo capire come mettere lo specchio per poterle leggere…

 

Ci piace moltissimo questo lavoro e la simmetria….
…soprattutto usando gli specchi!!!!!

 

 

 

 

 

Ecco la presentazione che ho usato in classe con i bambini…Puffo Vanitoso ci ha guidato nelle varie attività….

 

Giornata mondiale delle api tra le pieghe, classe 3a

In occasione della Giornata Mondiale delle Api, abbiamo realizzato una composizione origami…esagoni e api..

Gli esagoni che vedete in fotografia sono ricavati da fogli A6 (metà di metà  A4), li abbiamo realizzati seguendo questo tutorial e sono risultati di facile realizzazione per tutti i bimbi di terza…


Abbiamo poi realizzato alcune semplici api che abbiamo decorato con pennarelli e applicato gli occhietti mobili, seguendo questo tutorial, realizzandole con foglio bicolore (Giallo/bianco) 7,5×7,5cm:

Abbiamo poi creato la nostra composizione e fatta la scritta per la Giornata Mondiale delle Api:

Abbiamo poi aperto uno degli esagoni realizzati con l’origami e osservato e analizzato il foglio delle pieghe o Crease Pattern per scoprirne alcuni poligoni e fare confronti su aree e perimetri e rapporti…

Lavoro interessante che ha suscitato entusiasmo tra i bimbi…
Happy Bee Day

Contiamo i cubetti, classe 2a

Prendendo spunto dal lavoro proposto dalla maestra Patrizia Dignatici su Facebook e condividendo le idee e materiali anche con la maestra Tatjana Picolin e le altre amiche maestre, oggi in classe 2a abbiamo lavorato sulla visualizzazione e la composizione dei cubetti

Le composizioni (immagini trovate online e assemblate nel file che allego a fine articolo) venivano mostrate alla LIM, i bambini dovevano ritrovarle sul foglio, ritagliare, incollare sul quaderno e cercare di capire da quanti cubetti fosse composta la figura proposta…

Poi…solo poi, tentare di ricostruirla con i cubetti di legno per verificare l’esattezza.

Lavoro interessante….non solo per il conteggio dei cubetti ma anche per la visualizzazione, la lateralizzazione, la visione da più punti di vista.

 

Abbiamo anche degli ingegneri in classe che sono riusciti a inventare metodi per realizzare costruzioni “bucate” senza far cadere i cubetti…

Ecco il file dei cubetti:

 

Riempitempo multipli e tabelline, classe 2a

Ecco un simpatico riempitempo per ripassare divertendosi o consolidare i multipli in classe 2a…ma anche dopo…

Lancia i dadi e colora un risultato nella griglia…

Si usano due comuni dadi e nella griglia (trovata online) ci sono molte volte i numeri delle numerazioni da 1×1 a 6×6…quindi lancio…conto…coloro…se il numero non c’è più ritiro i dadi…

 

Questo permette di contare e ricontare, ripassare e memorizzare…divertendosi!

Ecco il file:

Buon divertimento!!!

 

L’armadio dei Puffi…classe 2a

In DAD abbiamo scoperto una vera passione per i puffi…anche mia…diciamocelo!

E quindi h preparato per i bambini il problema dell’armadio dei Puffi…in cui Puffetta e Puffo Vanitoso chiedevano un aiuto per trovare tutte le possibili soluzioni per vestirsi sempre in modo diverso…usando e combinando ciò che ognuno ha nell’armadio


(immagini prese dal web)

Esperienza fatta a distanza nella classe seconda con il supporto della lavagna jamboard condivisa….
🔳💃👗👘
L’attività si ispira a un lavoro di moltiplicazione.it pensato dalla collega Sabrina… l’armadio dei Puffi…Vanitoso e Puffetta…con difficoltà crescente…

L’armadio di Vanitoso con tre paia di pantaloni e tre cappellini e l’armadio di Puffetta che oltre ad avere tre vestiti e tre paia di scarpe aveva anche due differenti cappelli da indossare….
👘👚🥻👖👗👒🎩🧢
Abbiamo cominciato aprendo insieme l’armadio di Puffo Vanitoso e cercando tutti i modi per poterlo vestire in modo differente…
🤗🧢👖
Alcuni bambini subito hanno detto che i modi possibili sarebbero stati nove e allora abbiamo provato a verificare io lavorando sul Jamboard… spostando i vestiti di Puffo Vanitoso e appoggiandoli sopra… loro sul quaderno disegnando le combinazioni e poi insieme riportando il tutto in un diagramma ad albero.

 
🧢👖👗💃
Siamo poi passati a Puffetta e qui le cose subito abbiamo visto che andavano complicandosi…. perché c’erano molti più vestiti da abbinare tra loro …quindi le combinazioni sarebbero state molte di piú
🤗😱

Una bambina ha subito proposto di partire con ordine e quindi di scegliere un indumento e con quello abbinare tutto il resto.
La proposta è subito piaciuta e quindi siamo partiti dal vestitino rosa e via così….
Stesso metodo i bambini suggerivano una combinazione, io spostavo i vestiti sopra il disegno di Puffetta in modo che risultasse vestita di tutto punto….

Alcuni bimbi hanno supposto che le combinazioni possibile sarebbero state 18 “Maestra il doppio di quelle di Puffo Vanitoso perché ci sono due vestiti in piú…”
Insieme abbiamo cercato le prime combinazioni e poi i bambini in autonomia hanno finito a casa.
Il giorno dopo abbiamo verbalizzato insieme anche le combinazioni di Puffetta in un diagramma ad albero usando questa volta simboli invece delle parole.

  

Il lavoro è piaciuto molto e ha coinvolto i bambini…vi metto il file in pdf dei disegni che ho fatto per il lavoro…Buon lavoro!

 

Pi Day 2021….attività con Genially

Per questo secondo PiGreco Day a distanza non mi sono lasciata sorprendere, ma ho preparato un Genially con varie attività e risorse per i miei alunni di classe 2a e 3a…

In quello di 2a troverete un video sul PiDay, alcune attività pratiche artistiche come Pixel art, realizzazione di una collana e coloritura, la musica del PiGreco da ballare, un quiz realizzato con Kahoot (grazie alle immagini fantastiche di Maurizio Zambarda e Tatjana Piccolin), il lavoro dello SpezzaPi dal sito di Moltiplicazione.it e anche un  link al divertentissimo geopiano online per giocare un po’…..

Eccolo qui…lo trovate cliccando sull’immagine e il link potete mandarlo direttamente ai vostri bambini se vorrete o incorporarlo in Classroom…non servono app o registrazioni per accedere ai contenuti…

Per la terza le attività sono un pochino diverse…oltre alla pixel art (molto amata dai miei pargoli) e al video introduttivo, ho inserito un quiz con Kahoot (anch’esso realizzato a partire da un lavoro di Tatjana Piccolin), l’origami del PiGreco dal sito Schoolmate, il link al Tangram Online, due attività grafico artistiche sul PiGreco e un esperimento per cercare di capire cosa è questo PiGreco….

Domani i bambini potranno accedere online con me e esplorare ciò che contiene, sceglieremo qualcosa da fare insieme e poi lascerò loro da fare qualcosa durante la settimana nelle varie attività cosiddette asincrone.

Cliccate sulle immagini per andare direttamente al Genially e…fatemi sapere se vi piace e se lo userete se è piaciuto ai vostri alunni!!!

Happy PiDay…

INDOVINA CHI??? …con i numeri

Avevamo preparato, con i bimbi di classe 2a, il gioco di indovina chi? con i numeri….

Ci abbiamo giocato, lo abbiamo imparato, abbiamo ragionato insieme per trovare le domande più efficaci…per trovare strategie per eliminare tanti numeri… pensando poi di “farne dono” ai bimbi di classe 1a in occasione del PiGreco Day che avremmo dovuto festeggiare lunedì…ma….

Ora siamo in DAD, il lavoro preparato rimane sospeso ma ciò che abbiamo vissuto, sperimentato e preparato rimane…
Per cui ho pensato di realizzare il gioco online servendomi della piattaforma Genially e riportare nelle carte con il punto di domanda,  le domande che i bambini avevano individuato come necessarie per eliminare man mano i numeri da quelli possibili…

Griglia di 20 numeri….da 0 a 19….11 domande e tanto divertimento…

Oggi ci abbiamo giocato a distanza e ci siamo divertiti un sacco…😍😍😍

Un bimbo sceglie un numero, lo tiene segreto e lo scrive sul quaderno, un altro bimbo (a turno) sceglie una delle carte che contengono le domande e la legge….il terzo (sempre a turno) sceglie, in base alla risposta data alla domanda, quali numeri eliminare….ne resterà solo uno…a volte de e bisogna indovinare quale sarà!!!!
Bello bello… 🥰🥰🥰🥰

Ecco il link al nostro gioco online…fateci sapere cosa ne pensate…

GIOCO INDOVINA CHI by Genially

La tavola di Laisant, classe 2a

La DAD ci ha sorpreso poco prima di cominciare a osservare e scoprire la Tavola di Laisant….per cui ci siamo organizzarli per affrontarla ONLINE…grazie anche e soprattutto ai materiali preziosi messi a disposizione sul sito www.moltiplicazione.it da Andrea Maffia.

Ho preparato una semplice presentazione attraverso cui guidarli all’osservazione e al disegno della tavola…passo passo….

Ecco la presentazione:

Ognuno ha disegnando seguendo i quadretti (forse un po’ piccoli) del quaderno e seguendo le indicazioni, poi ho chiesto loro di disegnarne un’altra a casa, copiando la prima su quadretti da 1cm e di ritagliare i vari pezzi…

Oggi abbiamo osservato i pezzi tagliati e osservato che:

– i quadrati sono 5, tutti diversi tra loro
– i rettangoli sono 20 e ognuno ha un gemello
– Si formano 10 coppie di rettangoli
Abbiamo quindi colorato di verde chiaro i quadrati e associato ogni rettangolo al suo gemello….sovrapponendoli per cercare quelli che sono proprio uguali…

A casa ognuno ha ricostruito la tavola in autonomia…sbirciando l’immagine disegnata ieri…eccola la loro tavola di Laisant colorata!

Per divertirci un po’ poi ho andato un giochino in LIVEWORKSHEET per giocare con la Tavola di Laisant che ho creato io…lo trovate qui…

https://www.liveworksheets.com/1-gb1800877uo

BUONA DAD A TUTTI….sperano che duri poco!!! 😉

Puzzle di rettangoli, classe 2a

Questa mattina per continuare a lavorare in modo stimolante ma sempre diverso con i multipli e i numeri rettangolari e quadrati ho detto ai bambini che mi era stato regalato un bellissimo puzzle di un mandala degli animali (che ho preso qui) e che sul retro di ogni pezzo avevo notato ci fossero dei quadretti… 😍😍😍😍😍

Questa cosa mi aveva fatto venire voglia di contarli ma…. in modo “furbo“… non stando cioè a contare quadretto per quadretto ma trovando un sistema…come????
Ho mostrato alla LIM in grande uno di questi pezzi facendo notare che da una parte c’era il disegno dall’altra alcuni quadretti e ho chiesto a loro come avremmo potuto fare

“Che bel regalo ho ricevuto oggi…un puzzle fantastico!!!
Ci sono molti pezzi e ognuno accostato agli altri compone un bellissimo mandala degli animali da colorare e…sul retro mi sono accorta che ci sono del quadretti…
mi è venuta voglia di contarli…quanti in ogni pezzo?

Non posso però pensare di contarli  uno ad uno…devo trovare un modo “furbo”! Mi aiuti???”

I modi suggeriti sono stati tanti… contiamo a due a due…contiamo per decine…contiamo prima un pezzo poi un altro…contiamo tre a tre...fino a che alcuni hanno suggerito di dividere il pezzo in modo da formare dei rettangoli facilmente contabili con i nostri multipli

Abbiamo visto che ogni pezzo poteva essere diviso in modo diversi a seconda di quello che preferivamo e abbiamo provato e anche controllato  se dividendo in modo diverso alla fine il numero dei quadretti fosse lo stesso….funzionava! 😍😍😍😍😍
Per cui al lavoro!!!!

Ho consegnato ad ogni bambino il testo del “problema” e un sacchettino in cui avevo preparato per ognuno il puzzle tagliando in pezzi del Mandala a cui avevo incollato dietro un foglio quadrettato a misura…
…eh lo so una lavorata ma ne è valsa la pena!  😱😞😄
Ogni bambino  estraeva uno alla volta i pezzi dal sacchettino, disegna va sul suo quaderno contando i quadretti ogni pezzo del puzzle e lo analizzava suddividendolo in rettangoli. Scriveva poi l’operazione per calcolare i prodotti parziali e l’addizione per trovare i quadretti totali del pezzo…
Ad esempio se il mio pezzo era composto da 6×2 =12 e 5×2 =10 i bambini scrivevano le due moltiplicazioni e poi 12 + 10 = 22….😜😉😀

     

Dopodiché coloravano in modo diverso i due rettangoli trovati sul pezzo del puzzle, scrivevano il numero totale dei quadretti in ogni rettangolo colorato e passavano il prezzo successivo.

Alla fine di tutto questo lavoro la parte divertente……
Comporre il puzzle e incollarlo sul foglio trasparente per poter avere un bellissimo Mandala degli animali da colorare e sulla parte posteriore tutto il nostro lavoro Ti riconoscimento e calcolo dei numeri rettangolari…
🥰😍🤩🥰😍🤩🥰😍🤩

Fantastico!!!!
Ci è piaciuto molto anche se è stata una attività impegnativa!!! 😜😉😀

 

Ecco di seguito il file con il “testo del problema”, il mandale e il foglio quadrettato da applicare dietro, e alcuni altri pezzi di puzzle da analizzare poi…questi sono ancora più difficili…magari è necessario dividere in più di 2 pezzi….😱😱😱😱😱

BUON LAVORO!!! DITEMI COME E’ ANDATA SE LO FATE ANCHE VOI!!! ❤️❤️❤️

Mondrian e i numeri rettangolari, classe 2a

E questa volta per giocare con i rettangoli, le moltiplicazioni, righe e colonne conosciamo Mondrian….

Dopo una breve introduzione della sua vita e del suo modo di intendere l’arte abbiamo osservato alcuni suoi quadri e… subito abbiamo capito cosa c’entrasse con noi in questo periodo…

“Maestra i suoi quadri sono tutti a quadretti!!”
“Sono rettangoli e quadrati come quelli che stiamo facendo noi in questo periodo!!!”
Esattamente!!!

Quindi osserviamo da vicino un disegno a quadretti che sembra un suo quadro, decidiamo come colorarlo insieme con i colori primari e poi andiamo a scoprire la moltiplicazione è il prodotto di ciascun rettangolo…
Io ho creato il disegno a quadretti con Excel e con i bambini man mano lo coloravo  alla LIM secondo le indicazioni che loro mi davano…a turno…fino a che abbiamo deciso che ci piaceva!!! 🙂

 

Ora ognuno di noi ha a disposizione un quadro vuoto…composto di tanti quadretti e decide in autonomia come fare un suo quadro in stile Mondrian e completa solo con il prodotto di righe e colonne…

 

Per finire realizziamo una bellissima maschera carnevalesca in stile Mondrian della maestra Erika (cliccate sull’immagine per trovare il file)

Prossimamente darò altre attività in stile Mondrian che vi metto nel file allegato, con tutte le altre attività già fatte,  in cui dovranno trovare rettangoli o colorare secondo le indicazioni.

Grazie sempre agli spunti dei preziosi gruppi Facebook alla mia amica maestra Giusy e alla maestra Erika e alle sue splendide maschere d’autore.